martedì 26 gennaio 2016

PERCHÉ I PUGILI SALTANO LA CORDA?

​Perché i Pugili Saltano la Corda?

La preparazione per salire sul ring per un incontro di boxe richiede uno sforzo serio. Si sta andando contro un avversario che cercherà di farvi del male, e voi cercherete di fare lo stesso con lui. Per competere in questo sport, è necessario essere in condizioni ottimali. Saltare la corda è un esercizio fondamentale per la costruzione della velocità, rapidità, gioco di gambe, resistenza e la fiducia.

Allenarsi per Migliorare Il Proprio Gioco Di Gambe

Saltare la corda aiuta a sviluppare il gioco di gambe di chi combatte sul ring. La chiave per lanciare un pugno pesante è quella di avere una solida base sotto il busto. Muovere i piedi in modo appropriato permette di portare pugni precisi e pulite che fanno male, e consente di evitare pugni. Saltare la corda ad un ritmo veloce vi darà la prontezza e la possibilità di spostare i vostri piedi rapidamente sul ring.

Il Tempismo È Tutto
Man mano che si salta la corda in palestra, si diventa sempre più esperti e abili, quindi si aggiunge velocità all'esercizio facendo girare la corda più veloce. Questa è la chiave in quanto aumenta la capacità del tempo di movimento e quella di sferrare pugni mentre si è in equilibrio. Se si sferrano pugni mentre i vostri piedi non sono posizionati correttamente, essi mancheranno di forza e potenza. Pugni con tempi giusti permettono di colpire l'avversario con forza. La tempistica è più importante del sollevamento pesi quando si tratta di potenza di penetrazione.

Condizionamento Fisico Per Il Successo nella Boxe

I pugili spesso si allenano con la corda al mattino prima della sessione di allenamento in palestra per costruire la resistenza. Una volta in palestra, saltare la corda è uno dei primi esercizi. Questo condizionamento aiuta nelle ultime fasi di un round ma anche nelle varie fasi dell'incontro. Se vi manca la resistenza, vi sentirete senza fiato e quindi il solo vostro pensiero sarà quello di arrivare al suono della campanella per tornare allo sgabello nel vostro angolo per recuperare.

Rispettare Le Tradizioni Dello Sport
I lottatori professionisti usano il salto della corda perché li aiuta a prepararli per incontri importanti. Pugili come Jack Dempsey, Gene Tunney, Joe Louis e Sugar Ray Robinson affidarono molto del loro allenamento al salto della corda. Muhammad Ali, uno dei più grandi pugili dei pesi massimi di tutti i tempi, è stato forse il migliore di quei tempi e forse anche dei giorni nostri nel salto della corda nella storia del ring. Ali presentava una incredibile velocità sul ring, egli saltava la corda per 20 minuti alla volta e in modo costante per ottenere il suo gioco di gambe che lo ha portato ad un livello in cui sapeva di poter controllare qualsiasi avversario sul ring.
Ancora oggi nella boxe, il gioco di gambe e l'agilità sono di fondamentale importanza per sferrare un attacco ma ancor di più per sottrarsi ad un attacco. Quindi con una buona impostazione delle gambe e con l'agilità e la resistenza che si può sviluppare grazie al salto della corda, possono essere la chiave per aggiungere un ulteriore tassello nella costruzione di un ottimo pugile!


domenica 24 gennaio 2016

La leggenda dei 5 Antenati


La leggenda dei 5 antenati o Wuzu è un mito delle arti marziali cinesi ed in particolare del Sud della Cina, oltre ad essere un elemento importante delle storie di fondazione di Società Segrete come la Tiandihui.

La storia

L'alone leggendario dello Shaolinquan poggia anche sull'incredibile produzione della letteratura cinese di cappa e spada (Wuxia). Leggende come quella dei 5 monaci sopravvissuti alla distruzione del Tempio Shaolin del sud sono sprovvisti di realtà storica. Tuttavia questa leggenda proviene dalle credenze su cui si fondano alcune società segrete come la Tiandihui (天地会), che infatti possiede il mito di essere stata fondata da 5 antenati sopravvissuti alla distruzione del Tempio Shaolin. Il Tempio Shaolin diventa il simbolo della resistenza contro i dominanti stranieri. Anche le informazioni a proposito del Tempio del Fujian provengono da una tradizione orale diffusa nelle Scuole di Pugilato del Sud, essa stessa ispirata dalle leggende di fondazione delle Società Segrete.
Secondo questa tradizione, il Monastero Shaolin del Fujian sarebbe stato raso al suolo sotto il regno di Kangxi, Yongzheng o ancora Qianlong. I cinque monaci che sarebbero sopravvissuti al massacro sono riveriti come “Cinque Antenati” (Wu Zu, 五祖) e le logge e le Scuole di Pugilato, rappresentano probabilmente i “5 re” (Wuwang 五王), eredi legittimi della dinastia Ming.
Per sottolineare ulteriormente questo legame con la dinastia Ming, i praticanti di Hongjiaquan fanno risalire il nome del proprio stile all'Hong () dell'imperatore Hongwu (洪武), nome dinastico del fondatore della dinastia Ming, che in giovane età fu molto legato al Buddismo.
Un dialogo preso dal rito di iniziazione della Tiandihui recita così:
-Dove hai appreso l'arte militare?
-Al monastero Shaolin;
-Di che arte si tratta?
-Del Pugilato Hong.
Per la Tiandihui e la Hongmen i Cinque Antenati erano: Cai Dezhong (蔡德忠,Choi Tak-Chung); Fang Dahong (方大洪, Fong Tai-Hung); Ma Chaoxing (馬超興, Ma Chiu-Hing); Hu Dedi (胡德帝, Wu Tak-Tai); Li Shikai (李式開, Lee Sik-Hoi). La tradizione delle Società Segrete situano il Tempio del Fujian sui monti Jiulianshan del distretto di Putianxian in Fujian, oppure nel distretto Panlong di queste stesse montagne, ma anche addirittura al Nord nella provincia di Shandong. Il solo riferimento a questo tempio in un documento storico è negli Annali Storici di Quanzhou (Quanzhou fuzhi) che localizzano il Tempio Shaolin del Fujian nell'area di Quanzhou stessa. Essi narrano di un eremo edificato durante il periodo della dinastia Tang, due volte incendiato, sotto la dinastia Song e sotto la dinastia Yuan, poi ricostruito ed ingrandito durante la dinastia Ming. Non vi è però nessun riferimento ad attività marziali svoltesi in questo tempio.
Nel Sud della Cina molte Scuole rivendicano una provenienza dal Tempio Shaolin del Sud: abbiamo già citato l'Hongjiaquan, poi ci sono Caijiaquan, Lijiaquan, Mojiaquan, lo Yongchunquan, il Fojiaquan, il Nanzhiquan, ecc. In particolare sono legati alla leggenda dei 5 antenati i cinque pugilati più importanti del Guangdong (Guangdong wu daming quan: Hong Xiguan (洪熙官) considerato fondatore dell'Hongjiaquan; Liu Sanyan (劉三眼, Lau Sam-Ngan) considerato il fondatore del Liujiaquan; Cai Jiuyi (蔡九儀, Choi Kau-Yee) considerato fondatore del Caijiaquan; Li Youshan (李友山, Lee Yau-San) considerato il fondatore del Lijiaquan; Mo Qingjiao (莫清矯, Mok Ching-Kiu) considerato il fondatore del Mojiaquan. Un'altra tradizione vuole che i 5 Antenati fossero i seguenti: Zhishan Chanshi (至善禪師, Jee Sim); Wumei Dashi (五梅大師); Baimei Daoren (白眉道人); Feng Daode (馮道德, Fung To-Tak); Miao Xian (苗顯, Miu Hin).
Tutte queste leggende come abbiamo visto si rifanno ad una presunta distruzione di un Monastero Shaolin e rivelano una matrice comune con i miti di fondazione delle Società Segrete del Sud della Cina e sono attinte più che da fatti storici documentabili da Romanzi del genere Wuxia.



sabato 23 gennaio 2016

Lam Sai Wing



Lam Sai Wing (林世榮) (Pingzhou, 1860 – Pingzhou, 1943) è stato un artista marziale cinese. Uno dei migliori esperti di arti marziali del suo tempo, fu sicuramente uno dei più famosi.
Lam Sai Wing (林世榮, Lin Shirong in Pinyin) è un famoso praticante di Hongjiaquan. Soprannominato Zhurou Rong (猪肉荣, Glorioso Maiale).


La vita

Lin Shirong è nato nel 1860 a Pingzhou (平洲), nell'area di Nanhai (南海), nella provincia di Guangdong. Inizia molto presto lo studio del Pugilato della Famiglia Hong con suo nonno (Lin Fucheng, 林福成), che poi lo raccomanda al maestro Wu Quanmei (吴全美). Egli studiò in particolare la forma Tiexianquan (铁线拳) e lo stile Foquan (佛拳). In questi anni, Lin era impiegato in una macelleria. Lin Shirong proseguì la sua formazione con Huang Feihong (黄飞鸿). In seguito Lin Shirong insegnò pugilato nella città di Canton. Qui successe un grave incidente che lo costrinse a lasciare la città: a causa di alcuni suoi allievi indisciplinati fu coinvolto in una rissa, con un altissimo numero di feriti (si racconta che lui sia stato l'unico ad uscirne indenne), che ne rovinò la reputazione. In questo modo egli fu costretto a ritirarsi ad Hong Kong dove aprì una nuova scuola. A partire dal 1917 redasse, con la collaborazione di Zhu Yuzhai, Zhang Shibiao e Li Shihui, suoi allievi, tre opere: 1) Gongzi Fuhuquan (工字伏虎拳, ), che presenta uno dei più antichi Taolu dell'Hongjiaquan; 2) Tiexianquan (铁线拳), che descrive un esercizio di accrescimento della forza interna, la cui creazione è attribuita a Tie Qiaoshan; 3) Huhe Shuangxingquan (虎鹤双形拳), che propone una forma molto popolare dell'Hongjiaquan, attribuita da alcuni a Huang Feihong.


L'Hongjiaquan di Lin Shirong (Lam Sai Wing)

Maestro di kung fu di questo secolo, durante la sua anzianità egli ebbe una profonda ispirazione che lo portò a riesaminare tutto il repertorio dello stile apportandovi numerose modifiche ed eliminando tutto ciò che era “inadatto” ai tempi moderni, questa è stata probabilmente la causa che ha originato numerose differenze tecniche tra le varie scuole di Hung Gar.
Lam ha reso il kung fu accessibile a tutti, aprendo le porte dell'insegnamento mentre, come sappiamo, per generazioni si era trasmesso solo all'interno dello stesso nucleo familiare. Per facilitarne la diffusione pubblicò anche tre volumi sull'Hung Gar, ciò testimoniava la grande apertura mentale del maestro in accordo con i tempi e la società in fase di cambiamento.
Si ritirò dall'insegnamento del kung fu all'età di 65 anni.
Tra i suoi migliori studenti vanno ricordati Lam cho, Chan Hon Chung, Kwan Kun, Tam Chou, Tang Yee, Tang Fong, Wu Lap Fung, Wong Man Kai, Lau Cham, Kiu Kao e Wong Lee.

Filmografia

A testimonianza della notorietà di Lin Shirong, la sua vita è stata immortalata in film e serie televisive:
  • Nel 1979 è stato prodotto il film "Zhurou Rong" (猪肉荣) ad Hong Kong; Lin Shirong è interpretato da Wu Mingcai (吴明才).
  • Nello stesso anno sempre ad Hong Kong è stato prodotto il film "Lin Shirong" (林世荣); Lin Shirong è interpretato da Hong Jinbao (洪金宝) e Huang Feihong da Guan Dexing (关德兴).
  • Nel 1998 viene prodotta una serie televisiva dal titolo "Lin Shirong"; Lin Shirong è interpretato da Lin Jiadong (林家栋).

Hong Xiguan



Hong Xiguan 洪熙官 (cinese) (1745 – 1825) è stato un insegnante cinese.
Hong Xiguan (洪熙官), più conosciuto nella pronuncia cantonese di Hung Hei-gun, è un personaggio semi-storico, che è considerato il fondatore dell'Hongjiaquan. Sarebbe vissuto durante il regno di Qianlong della dinastia Qing, ma potrebbe essere il frutto dell'immaginazione dei romanzieri di fine secolo. Qualunque sia la verità, la tradizione lo descrive come un mercante di Tè che avrebbe appreso arti marziali cinesi dal monaco buddhista Zhishan (至善禅师 Zhishan chanshi) del monastero Shaolin del Fujian. La leggenda racconta che la sua forza era tale che “le sue dieci dita, dure come acciaio, potevano sbriciolare una pietra come si polverizza del legno marcio”. Sempre secondo il mito, durante un duello egli avrebbe ucciso il proprio avversario e per questo motivo dovette fuggire dalla sua provincia natale, nascondendosi a bordo di un battello (il battello si chiamava Hongchuan 红船, nave rossa) di una troupe teatrale. Assunto come cuoco all'interno di tale compagnia, presto rivelò il suo talento marziale, difendendo i suoi amici contro la malavita di Canton.


Cinema e altro

Hong Xiguan è spesso un personaggio al centro di film del genere Kungfu.
  • Hong Xiguan xue jian Liujiacun (洪熙官血溅柳家村) è un film del 1949, in cui si narra della distruzione del tempio shaolin da parte delle truppe Mancesi e delle successive avventure di Hong Xiguan.

venerdì 22 gennaio 2016

Lijiaquan


Lijiaquan (李家拳, pugilato della famiglia Li), più conosciuto come Ligar kuen (in cantonese), è uno stile di arti marziali cinesi, classificabile come Nanquan. Esso è uno dei Guangdong wu daming quan (广东五大名拳, Cinque Scuole di Pugilato Famosissime del Guangdong). Il nome viene anche abbreviato in Liquan (李拳, Pugilato di Li).


Origini

Una tradizione vuole che sia stato creato nel 1747 da Li Yi (李义), di un villaggio dell'Henan che attualmente si chiama Midicun (米地村), dell'area di Anjiedao (岸街道), del distretto amministrativo di Huicheng (惠城). Secondo Li Rongguang (李容光), Li Yi era allievo e membro della famiglia di un discepolo laico del Tempio Shaolin (少林寺), Li Jiu (李玖). Durante una repressione di una rivolta da parte delle truppe Qing, il villaggio dove viveva venne attaccato. Li Yi fu salvato da un maestro di un Pugilato della Scuola del Nord (北派拳), Chen Gouxi (陈苟息), ed in seguito prese quest'ultimo come maestro. Secondo Li Zixing, Li Yi studiò anche con Wang Long (王龙), che è descritto come zio marziale di Li Jiu. Quest'ultimo in questo racconto è considerato il maestro di Li Yi. Dopo che Li Jiu e Wang Long perirono in battaglia, Li Yi sarebbe diventato allievo di Chen Gouxi. Sempre attraverso le parole di Li Zixing, Li Yi avrebbe raccolto il meglio della Scuola Shaolin (che viene definita scuola del Sud) e del Beipaiquan ed inoltre avrebbe osservato nelle vicinanze del suo villaggio un Serpente () ed una Gru () combattere, cosa che gli fece capire come unificare i due sistemi appresi, imitando le movenze dei due animali. L'articolo Lijiaquan Bainian Chuanqi Shi Li Yi era il Figlio di Li Jiu, che era un discepolo laico del Tempio Shaolin del sud nel Fujian (福建南少林寺). Sempre secondo questo articolo Wang Long apparteneva alla Tiandihui (天地会) all'epoca che venne riconosciuto come maestro da Li Yi. I fatti riguardanti le circostanze della morte di Li Jiu e Wang Long vengono descritti con maggiori dettagli: l'esercito Qing scoprì le attività anti imperiali che venivano condotte nel villaggio Midicun (villaggio della terra del riso), perciò incendiò e rase al suolo il villaggio, che in seguito venne ricostruito e chiamato Huodicun (villaggio della terra bruciata) per ricordare questo evento. Wang Long e Li Jiu capeggiarono la difesa del villaggio e vennero uccisi dalle frecce dell'esercito. Un'altra leggenda ne attribuisce la creazione al bonzo Li Xikai (李锡开僧人) del tempio Shaolin ed in seguito tramandata nel Guangdong, a Xinhui (新会), da Li Youshan (李友山, 1764-1827). Youshan avrebbe insegnato come base lo Shaolin Wuxingquan (少林五形拳). Secondo Chen Yaojia (陈耀佳) e Lin Youbiao (林友标) il Lijiaquan è stato creato nel 1750. Li Xikai (con il nome leggermente diverso di Li Shikai 李式開,) e Li Youshan compaiono ne La leggenda dei 5 Antenati, rispettivamente della Tiandihui e dei Cinque Pugilati maggiori. Dong Fanghong riferisce che la data di creazione dello stile da parte di Li Yi secondo certe tradizioni è il 1782 (il quarantottesimo anno di Qianlong), ma in un'altra parte dell'articolo asserisce che a creare tale stile fu Li Youshan.


La trasmissione

Secondo Huizhou Lijiaquan Jiankuang 惠州李家拳简况, Li Yi (李义, 1747-1828) è considerato il primo antenato e prima generazione. Alla seconda generazione troviamo Li Long (李隆, 17941884). Alla terza generazione Li Guohui (李国辉, 18311912, Li Guobiao (李国彪,18411924, Li Guoshan (李国山, 18541929, Li Sumin (李素民, 18781936);alla quarta Li Guanshou (李观寿, 18841954; alla quinta generazione troviamo Li Dai (李带, 19041990) e Li Fa (李发,19461988). Oggi questo stile è rappresentato da Li Rongguang (李容光), che appartiene alla sesta generazione e vive a Huizhou (惠州).Yan Jingshan (严景山) di Huazhou (化州) è una sesta generazione di Lijiaquan. Lo stile ha avuto centinaia di maestri noti ed alcuni di essi hanno aperto scuole di Wushu a Hong Kong e Singapore. Esso è diffuso nei distretti amministrativi di Heyuan (河源), Huaxian (花县), Xinhui (新会), Foshan (佛山), Danshui (淡水), Bao'an (宝安), Boluo (博罗), Dongwan (东莞). Nel 2009, un novantenne emigrato a Hong Kong, Li Zhenzhong (李振中), è tornato a vivere a Huizhou. Anch'egli è sesta generazione di Lijiaquan. L'articolo Zhonghua Wushu Fenfan Haohan Zhi Lijiaquan differisce in alcuni punti dalle genealogie che abbiamo riportato, fornendo altri nomi. Innanzitutto Li Sumin (李素民) che era indicato alla terza generazione, per questa altra fonte è invece alla quarta assieme a  Li Tanjin (李潭锦, 1874-1956, Li Zhaokun (李兆坤,1876-1952, oltre al già citato Li Guanshou. La quinta generazione coincide. Nella sesta generazione indica Li Bingnan (李炳南, 1935-2005,Yan Jingshan (严景山(1945-,Li Rongguang (李容光(1957-). Alla settima Li Zixing (李子兴,1963-e Chen Huicong (陈惠聪, 1973-). La Storia del Wushu del Guangdong (广东武术史, Guangdong Wushu Shi) racconta che furono discepoli di Li Youshan (李友山) il famoso Chen Xiang (陈享,Chan Heung fondatore del Cailifo), Yi Jihe (伊基合), Lin Shaoqian (林绍乾) e molti altri.


Caratteristiche

Si dice che questa scuola del sud unisca però in sé anche caratteristiche della scuola del Nord. Questi alcuni elementi distintivi della scuola secondo Dong Fanghong: pianshen pian ma , chenshi wenzhong, chushou xunmeng, duo yong zhou fa 偏身偏马,沉实稳重,出手迅猛,多用肘法 cioè inclina il corpo inclina il cavallo, peso e forte nello stabilirsi, emette i colpi in modo rapido e violento, usa molte tecniche di gomito (si contano 36 tipi di colpi di gomito). In un dizionarietto di Wushu si dice che questo stile di Nanquan è caratterizzato dalle sue diverse tecniche di mano, da movimenti veloci delle mani in combattimento e frequenti balzi. Questa descrizione viene in parte confermata da Chen Yaojia e Lin Youbiao che dicono che questo pugilato ha mutevoli tecniche delle mani, incrementa allo stesso tempo grandi e piccoli posizioni. Il metodo di spostamento si basa sulla flessibilità, possiede un buon metodo delle gambe, frequenti sono i piccoli salti.


Taolu

Secondo Dong Fanghong questo stile possiede come forme: Wulianshou (五连手); Zhongliulian (中六连); Qilianshou (七连手); Sanshiliu zhou (三十六肘); Shaoda (哨打); Duankou (短扣); Zi niu lianhuangun (子午连环棍); Shuangtou da quandian gun (双头大圈点棍); Jinsuo lianhuan shuangdao (金锁连环双刀). Secondo l'articolo Bainian Lijiaquan ... questo Pugilato contiene Sequenze (Taolu), armi, esercizi in coppia (Duilian) e la Danza dell'Unicorno (Qilin Wu, 麒麟舞).
  • Questi i Taolu: Baguaquan (八卦拳, Pugilato degli Otto Trigrammi), Sixingquan (四星拳, Pugilato delle Quattro Stelle), Sanmenquan (三门拳,Pugilato delle Tre Porte),Shizun (石尊, rispetto alla pietra), Xiao Shizi (小十字, Piccolo carattere shi), Da Shizi (大十字, Grande Carattere shi), Chilianquan (赤练拳pugilato che Allena la devozione), Dujiao Lianhuanquan (独脚连环拳, Pugilato concatenato del piede solitario), Wuxing Sanshouquan (五形散手拳, Pugilato del combattimento delle cinque forme), ecc.
  • Queste le armi: Dantougun (单头棍, Bastone ad una testa), Danshuang Jiagun (单双夹棍,una e due manette di legno ), Changlong gun (长龙棍, Bastone di una fila di persone), Guolan gun (国拦棍), Nan shuangdao (南双刀, doppie sciabole del sud), dandao (单刀), Shuang tiechi (双铁尺), Tou (, testa), Luxzhen (鲁针, ago lento), shadao (沙刀, sciabola della sabbia), Chunqiu Dadao (春秋大刀, alabarda delle primavere e degli autunni), Yingqiang (缨枪, lancia tassello), Shuang Bishou (双匕首, doppi coltelli), Sanshou shan (散手扇, ventaglio da combattimento), sanjiebian (三节鞭, frusta a tre sezioni), ecc.
  • Questi i Duilian: Tiechi dui Luding (铁尺对鲁钉, asta di ferro collabora con l'ago lento), Tou dui Dandao teng (头对单刀藤, la "testa" collabora con la sciabola e lo scudo), Yingqiang dui Tiechi Bian (缨枪对铁尺鞭, la lancia tassello collabora con l'asta di ferro e la frusta),Luding dui Tiechi teng (鲁钉对铁尺藤, l'ago lento collabora con l'asta di ferro e lo scudo), pugilati in coppia (拳对练), bastoni in coppia (棍对练), Kongshou duo Shuangdao (空手夺双刀, mano vuota cattura le doppie sciabole), Tiao cheng dui shuangtou gun (条橙对双头棍, la bandiera arancione collabora con il bastone a doppia testa), ecc.
Nel libro Liquan si presenta un Taolu detto Shaodaquan (哨打拳, pugilato del colpire la guardia) che si compone di quattro parti e 63 movimenti.Viene inoltre descritto un lunghissimo Duilian che viene detto Gongfang Lianxi (攻放练习, praticare difesa ed attacco) e che contiene 54 movimenti.



Cailifo



Il cailifo (蔡李佛, Choylifut) è uno stile di arti marziali cinesi del sud. È una sintesi creata nel 1836 da Chen Xiang 陳享 (più conosciuto nella pronuncia Cantonese Chan Heung) partendo dall'insegnamento di tre maestri: Li Youshan 李友山; Cai fu 蔡褔; Chen Yuanhu 陳遠護. Il nome dello stile deriva proprio dai primi due maestri con l'aggiunta di Fo per sottolineare la devozione al buddismo (Fo è il termine che indica Buddha nella lingua cinese). Esso contiene elementi di arti marziali sia del Sud che del Nord della Cina: si dice che utilizzi le posizioni ed i metodi di spostamento degli stili del Nord e i metodi di braccia degli stili del Sud.
Il nome viene reso in pronuncia Cantonese in modi differenti: Choylifut, Choi Lei Fut , ecc. Habersetzer utilizza Choy Lee Fut e Tsai Lee Fo. Lee Koon-Hung usa Choy Lay Fut. Secondo Xie Furui e Wang Wenjing questo stile è anche detto Nanquan Beipai Hua (南拳北派化, Pugilato del Sud che si trasforma in Scuola del Nord) ed essi asseriscono che negli ambienti di Wushu si dice Bei You Taiji, Nan You Cailifo (北有太极、南有蔡李佛, A Nord hanno il Taiji, al Sud hanno il cailifo).

Origini

Il cailifo è stato creato da Chen Xiang (陈享, 1806-1875) nel villaggio Jingmeicun (京梅村) dell'area amministrativa di Xinhui (新会), nel distretto di Jiangmen (江门), nella provincia di Guangdong. Secondo l'articolo Sanquan Hebi Cailifo Chen Xiang a quindici anni seguì gli insegnamenti di un discepolo laico di Shaolin esperto di Hongfoquan (洪佛拳).
Nel 1823, Chen Xiang onorò come maestro Li Youshan (李友山), famoso esperto di Lijiaquan del Guangdong. Dopo quattro anni, con l'approvazione del maestro Li, Chen si recò a praticare con Cai Fu (蔡福) alla località Baiheguan (白鹤观) presso la montagna Luofushan (罗浮山). Dopo una decina d'anni Chen Xiang diede vita ad una nuova scuola a cui diede il nome di Cailifoquan (蔡李佛拳) in onore degli stili da cui proveniva. Per Habersetzer Chen Xiang ricevette l'insegnamento di uno zio, Chen Yuanhu (陈远护), per dieci anni, da Li Youshan apprese anche medicina tradizionale e si presentò da Cai Fu con una raccomandazione di Li. Sempre secondo questa fonte Cai Fu gli insegnò lo stile Hongjiaquan di Shaolin. Diversa la cronologia degli avvenimenti secondo quanto racconta Lee Koon-Hung: il primo insegnante di Chen Xiang sarebbe stato Cai Fu, che era un monaco Shaolin. In seguito, Cai Fu, avrebbe introdotto Chen Xiang presso Li Youshan per apprendere il Lijiaquan. Questa esperienza durò 8 anni. Li Youshan spinse quindi Chen ad andare a studiare il Fojiaquan presso il monaco buddista Erba Verde (Qingcao Heshang, 青草和尚).
Secondo alcuni Chen Yuanhu fu allievo di un discepolo laico di Zhishan Chanshi (至善禅师), nel tempio Guangxiaosi (光孝寺) di Canton. In seguito avrebbe preso come maestro il monaco buddista Duzhang (独杖和尚) del tempio Chaansi (茶庵寺) in Waihai (外海) nell'area di Xinhui, che gli avrebbe trasmesso il Fojiaquan. Secondo questo racconto Chen Yuanhu raccomandò Chen Xiang a Li Youshan che era allievo di Zhishan (至善) e viveva in Qibao (七堡) nell'area di Xinhui. Per Pan Shunsui e Liang Da Chen Xiang avrebbe appreso da Cai Fu il Fojia Xinfa (佛家心法), lo Shaolin Neiwai Baguaquan (少林内外八卦拳) e la medicina tradizionale.



La trasmissione

La fondazione del Cailifo è datata nel 1836. Chen Xiang ebbe numerosissimi allievi tra cui Chen Anbo (陈安伯), Chen Guanbo (陈官伯), Long Zicai (龙子才), Zhang Yan (张炎), solo per citarne alcuni, che appartengono quindi alla seconda generazione. Nel 1838 Chen Xiang ed i suoi discepoli furono incaricati dal governatore di Canton Lin Zexu (林则徐) di presidiare Humen (虎门) per impedire l'ingresso di carichi di Oppio. A seguito della sconfitta Cinese nella Guerra dell’ Oppio Lin Zexu venne rimosso dal suo incarico e Chen Xiang si ritirò a vita privata nel proprio villaggio natale.


Museo Hongsheng






Nel 1845 Chen Xiang fondò in Jingmeicun la Cailifo Hongsheng Zong Guan (蔡李佛洪圣总馆,Palestra Generale del Saggio Hong del Cailifo) e la Sala dei Fondatori(祖师堂, Zushitang).
Allo scoppio della Rivolta dei Taiping (Taiping Tianguo, 太平天国) alcuni praticanti di Cailifo si unirono ad essa. In particolare Feng Yunshan (冯云山), Re del Sud dei Taiping, era stato allievo di Long Zicai (龙子才) a sua volta discepolo di Chen Xiang. Long Zicai stesso fu un generale nella rivolta. Quando però Zeng Guofan (曾国藩) reclutò in ogni regione la milizia, anche Chen Xiang fu coscritto con l'incarico di ufficiale imperiale. Chen Xiang lasciò il proprio villaggio per sfuggire a questo obbligo e si recò a preparare le truppe ribelli. Quando i Taiping Tianguo vennero sconfitti, il governo imperiale ricercò tutti coloro che erano stati coinvolti con la rivolta, perciò Chen Xiang dovette rifugiarsi ad Hong Kong e poi a Singapore.



Seconda Generazione

Questi alcuni nomi di personaggi appartenenti a questa generazione: Chen Anbo (陈安伯), Chen Guanbo (陈官伯), Long Zicai (龙子才), Zhang Yan (张炎).



Terza Generazione

Questi alcuni nomi di personaggi appartenenti a questa generazione:Chen Wenbin (陈文彬), Chen Yaochi (陈耀墀), Chen Zhaoxiong (陈兆雄), Liang Gui (梁贵), Liang Boda (蔡伯达), Cai Boxiong (蔡伯雄), Yan Yaoting (颜耀庭), Huang Furong (黄福荣), Lei Can (雷灿),Ruan Hai (阮骇), Li En (李恩), Chen Cheng (陈盛), Chen Zhangmao (陈长毛), Fang Yushu (方玉书), eccetera.



Quarta Generazione

Chen Yunhan (陈云汉), Hu Yunchuo (胡云绰), Ou Hanquan (区汉泉), Chen Huacan (陈华灿),Chen Yaoyuan (陈耀垣), Ye Zhaowen (叶兆文), Pan Fen (潘芬), Tan San (谭三), Zhao Ji (赵吉), Liu Zhong (刘忠), eccetera.



Foshan Hongsheng Guan

La Palestra Hongsheng di Foshan (佛山鸿胜馆) è stata fondata da Zhang Yan ed è stata al centro della diffusione del Cailifo nell'area di questa città.


La scuola

Il Cailifo insegna numerosi Taolu (forme) a mano nuda, per un totale di 49 sequenze. 10 sono per un livello iniziale (, Chu); 10 per un livello intermedio (, Zhong); 29 sono per un livello alto (, Gao).
  • Questi alcuni nomi dei Taolu del livello iniziale: Simen qiao zou sheng ma (四门桥走生马);Xiao meihuaquan (小梅花拳); Xiao Shiziquan (小十字拳); Ma lun chui (马轮槌); Jie hu quan (截虎拳); ecc.
  • Del livello intermedio: Pingquan (平拳); Shizi kou da (十字扣打); Da Baguaquan (大八卦拳); Meihua Baguaquan (梅花八卦); ecc.
  • Del livello alto: Wuxingquan (五形拳); Shixingquan (十形拳); Dujiaoquan (独脚拳); Fozhang (佛掌); Dating Baguaquan (达庭八卦拳); Xiongren Bagua Fozhang (雄人八卦佛掌); ecc.
  • Il Cailifo possiede oltre 60 Taolu con armi, questi alcuni esempi: Dan yao dao (单腰刀); Xiao meihua shuangdao (小梅花双刀).
  • Questo stile possiede oltre 44 Duilian con armi chiamati Duichai (对拆).



Curiosità

Nel 1976 è uscito il film New Shaolin Boxers, il cui titolo in lingua cinese è Cailifo Xiaozi (蔡李佛小子) prodotto da Shaw Brothers. Il film anche intitolato Grand Master of Death è stato diretto dal regista Zhang Che (张彻). L'interprete principale è Alexander Fu Sheng (傅声).








giovedì 21 gennaio 2016

Longxingquan

Risultati immagini per Longxingquan


Il Longxingquan (龙形拳, Pugilato ad Immagine di Drago) è uno stile di arti marziali cinesi classificabile come Nanquan e come Xiangxingquan.

Origini

Il Longxingquan è stato creato durante il regno di Qianlong dell'epoca della dinastia Qing da Lin Yaogui (林耀桂) un uomo del Guangdong. Lin studiò con il proprio padre e con il monaco Guangjin (廣進) che insegnava Shaolinquan sul monte Shaoshishan (少室山) del Fujian. In seguito divenne studente di Huang Lianjiao (黃連嬌), e successivamente di Da Yu (大玉) che gli insegnò Wumeiquan (五枚拳).

Taolu

Queste sono le principali sequenze dello stile: Shiliugong (十六功), Santong Guoqiao (三通过桥), Wu Ma Gui Xian (五马归槽), Huamei Tiaojian (画眉跳涧), ecc.

mercoledì 20 gennaio 2016

Chen Zizheng

Risultati immagini per sifu Chen Zizheng


Chen Zizheng 陳子正 (cinese) (Xiongxian, 1878 – Xiongxian, 1933) è stato un insegnante cinese.
Chen Zizheng è un importante maestro dello stile di arti marziali cinesi Yingzhaoquan. Soprannominato Yingzhaowang (鹰爪王, re dell'artiglio di aquila), anche chiamato Jidan (纪单).

La vita

È nato nel 1878 nel villaggio Lilinzhuang del distretto di Xiongxian nella provincia di Hebei. Fu preso come discepolo da suo zio Liu Chengyou (刘成友) da cui apprese Shaolinquan, Fanziquan, Yingzhao qinna e Yingzhaoquan. Nel 1900 partecipò alla Rivolta dei Boxer alla testa di un gruppo del proprio villaggio. Più tardi sconfisse da solo 5 briganti che attaccarono il suo villaggio. Venne invitato ad insegnare alla Shanghai Jingwu Tiyu Hui (上海精武体育会) dove fu conosciuto come uno dei “4 famosissimi insegnanti di pugilato” (四大名拳师, Si da ming quanshi) assieme a Zhao Lianhe (赵连和, Shaolinquan), Luo Guangyu (罗光玉, Tanglangquan) e Wu Jianquan (吴鉴泉, Taijiquan). Si confrontò anche con pugili stranieri e nel 1919 ebbe la meglio su un americano, nel 1922 su un inglese. Egli codificò due nuovi Taolu: Wushi lu yingzhao lian quan (五十路鹰爪连拳) e Shi lu xingquan (十路行拳). Nel 1924 Chen si trasferì ad Hong Kong dove contribuì ad aprire una filiale della Jingwu Tiyu Hui, diretta poi dal suo discepolo Liu Fameng (刘法孟, più conosciuto nella pronuncia cantonese di Lau Fat Mang). Nel 1929 tornerà al proprio villaggio nel nord della Cina. Chen Zizheng morirà nel 1933 per un cancro allo stomaco.

martedì 19 gennaio 2016

Zui Baxianquan



Lo Zui baxian quan (醉八仙拳, Pugilato degli Otto Immortali ubriachi) è uno stile di arti marziali cinesi che viene classificato come stile imitativo (Xiangxingquan 象形拳), in quanto imita le movenze di una persona ubriaca.
È anche chiamato "Zuijiuquan" 醉酒拳 o più semplicemente abbreviato in "Zuiquan" 醉拳.
La sua creazione è attribuita a Li Bai 李白, uno dei massimi poeti dell’epoca della dinastia Tang. Costituisce per chi lo pratica un impegno fisico notevole, infatti si compone di perdite di equilibrio volontarie, cadute e salti acrobatici, interruzioni e modificazioni continue del ritmo e cambiamenti repentini di direzione. Lo stile potrebbe essersi ispirato ad una danza dell'ubriachezza (Zui Wu 醉舞) che secondo il Jinbi shilei (今壁事类), nel dodicesimo rotolo, era conosciuta fin dall'antichità. Lo Zui baxian quan è segnalato per la prima volta nel Quanjing quanfa beiyao 拳经拳法备要, opera redatta tra l'epoca della dinastia Ming e l'epoca della dinastia Qing. Gli Otto Immortali (Baxian 八仙) a cui si riferisce questo stile sono: Lu Dongbin; Tieguai Li; Han Zhongli; Zhang Guolao; Han Xiangzi; Lan Caihe; Cao Guojiu; He Xiangu. A ognuno di essi è dedicato un insieme di movimenti fondamentali dello stile. Il Taolu più conosciuto di questo stile è stato tramandato dal famosissimo maestro Cai Longyun.

Zuiliutang

Nello stile Yingzhaoquan viene praticata una forma imitativa dell'ubriaco detta Sei Cadute dell’Ubriaco (old, 醉六躺, zuìliùtǎng, tsui liu t’ang, letteralmente " 醉六躺?") (in cantonese Jui lau tong).

Zui Baxianquan nella cultura di massa

Il nome Zui Baxianquan proverrebbe dal racconto Baxian chuwai dong youji chuan (八仙出外东游记传, Storia degli Otto Immortali che viaggiano ad oriente) in cui gli Otto Immortali durante un banchetto vengono ubriacati per poterli sopraffare facilmente. Questo racconto è anche conosciuto come Dong You Ji (东游记, viaggio ad oriente).
  • Zui Baxian 醉八仙, è il titolo di un libretto illustrato della serie Zhongguo Wushu Lianhuanhua 中国武术连环画, pubblicato nel 1984 dalla Lingnan Mei Shu Chubanshe.

lunedì 18 gennaio 2016

Liujiaquan



Il Liujiaquan (刘家拳, pugilato della famiglia Liu), più conosciuta nella pronuncia cantonese Laugarkuen, è uno stile di arti marziali cinesi del sud della Cina. Esso è uno dei Guangdong wu daming quan.



Origini

La paternità di questo stile è attribuita a Liu Yiyan (刘一眼), a Liu Sheng (刘生) oppure a Liu Qingshan (刘青山), tutti marzialisti cantonesi.



Forme

Questo stile ha come Taolu a mano nuda: Dayuntian (大运天); Xiaoyuntian (小运天); Shiquan (十拳); Tianbianyan (天边雁); Batugong (八图功); Liujia Wuxingquan (刘家五形拳); ecc. Con le armi: Liujia dao (刘家刀); Liujia gun (刘家棍); ecc.


Hongjiaquan Liujiaquan

In alcune scuole dello stile Hongjiaquan viene praticata una forma chiamata Liujiaquan (Lau Gar Kuen), che sarebbe stata introdotta da Lam Sai Wing dopo la sua assunzione presso l'associazione Jingwu Tiyu Hui del Guangdong.

domenica 17 gennaio 2016

Hung Gar



Lo Hung Gar (洪家拳 o abbreviato hung kuen, o Hung Ga, o Hongjiaquan in Pinyin, pugilato della famiglia Hong) è uno stile di Kung Fu, classificato come Nanquan. È uno dei Guangdong wu daming quan (cinque nomi importanti di pugilato del Guangdong).

Storia dello stile

La nascita dello stile Hung Gar, che letteralmente significa "Stile della famiglia Hung", va fatta risalire al 1700 d.C., all'epoca della distruzione di un monastero shaolin del sud, Fu Jian Potin. Da questo riuscirono a salvarsi sette monaci i quali, secondo la leggenda, cominciarono a diffondere l'arte marziale del Kung Fu. In particolare uno di loro, Zhi Shan, conosciuto anche con il nome di Ji Sin Sim See, rifugiatosi nella "Fossa delle tigri", un monastero Shaolinsi del sud, trasmette le sue tecniche al mercante Hung Hei Gung. È con lui che si ha la nascita dello stile Hung Gar, decide infatti di codificare gli insegnamenti di Zhi Shan in quella che ricordiamo come la prima vera forma dello stile, la Gung Ji Fook Fu Kuen. Questa, sebbene sia la prima, viene usata tuttora dai maestri per testare il livello raggiunto dagli allievi, anche di quelli più esperti. La storia dell'Hung Gar continua con Luk Ah Choi e Wong Kay Ying, che si dice facessero parte del gruppo delle 10 tigri (GuangDong Sup Fu). A questi segue Wong Fei Hung, un maestro di grande importanza non solo per aver combattuto nella Prima Guerra dell'Oppio, ma soprattutto per aver posto le basi della scuola. Suo contemporaneo è Tid Kiu San ("avambraccio di ferro"), che viene ricordato per aver ideato la Tid Sin Kuen, la forma del filo di ferro, l'ultima dello stile. Con Lam Sai Wing però ci si discosta da questa corrente più antica e viene introdotta una nuova forma, la Mui Fa Kuen ("Forma del fiore di prugno"). Questa viene insegnata agli allievi che si avvicinano per la prima volta all'Hung Gar, in modo da indirizzarli verso l'acquisizione delle posture principali. La successione dei maestri prosegue con Lam Jo, Chiu Kao, Wong Lee e Chan Hon Chun, ultimi granmaestri universalmente riconosciuti da tutti i praticanti di Hung Gar.



Genealogia dei maestri

Tamo
Conosciuto soprattutto come Bodhidharma, era considerato da molti come un Bodhisathva, ovvero un essere illuminato che aveva rinunciato al nirvana per salvare l'umanità. Giunse in Cina fra il 526 e il 527 d.C. e si trasferì al tempio di Shaolin nella provincia di Henan, dove trascorse il resto della sua vita. Quando Ta Mo giunse al tempio, si accorse delle cattive condizioni fisiche dei monaci, dovute alla loro mancanza di esercizio fisico. Fu così turbato dalla gravità del problema che si ritirò a meditare in una grotta per nove anni (secondo altre fonti vi rimase per sette). In questo periodo scrisse due libri, ma solo il primo, lo "I Chin Ching" (Libro sui movimenti dei tendini e dei muscoli), è giunto fino a noi. È ritenuto il patriarca dello Kung Fu di Shaolin e del Buddhismo Chan.


Ji Sim
Il bonzo Ji Sim (至善禅师 in Pinyin Zhishan Chanshi) fu abate del monastero di Shaolin del Sud verso la fine del Settecento. Esperto nelle tecniche dure della tigre (fu jow), trasmise le sue conoscenze a Hung Hei Gung e Luk Ah Choy. Fu lui il creatore della forma Gung Ji Fook Fu Kuen.


Hung Hei Gung (1745-1825)
Il vero nome era Jyu. Egli era un lontano discendente del principe Leung della famiglia Ming. È il fondatore dello stile, acerrimo nemico dei Manchu, e grande combattente. Istruì un vasto numero di valorosi ribelli allo scopo di sovvertire il governo Ching.


Wong Tai
Discepolo diretto di Luk Ah Choy ed esperto erborista istruì il figlio nell'arte del Kung Fu.


Wong Kay Ying
Nacque all'inizio del XIX secolo. Sin da piccolo imparò il Kung Fu dal padre e dal suo maestro Luk Ah Choy con i quali praticò per oltre dieci anni. Con queste conoscenze divenne istruttore della fanteria militare di Canton, inoltre, grazie ai soldi guadagnati nel corso di quegli anni, poté aprire un negozio di erboristeria dove insegnava anche il suo kung fu. Questo locale si chiamava Bao Chi Lam.


Wong Fei Hung (1847-1924)
Combattente d'eccezione viene annoverato tra le dieci tigri di Canton ovvero tra i migliori maestri di tutta la Cina. Sviluppò notevolmente lo stile tanto da essere soprannominato il “padre dell'odierno Hung Gar”. Egli apprese dal maestro Tid Kiu Sam una forma per sviluppare l'energia interna (Qi/Hei) detta Tid Sin Kuen che introdusse nel sistema. Wong sviluppò inoltre la forma Fu Hok Seung Ying Kuen introducendo i principi respiratori del filo di ferro e ampliando il repertorio originale tramandato dai tempi di Hung Hei Gung. Molto più tardi creò la forma dei cinque animali (Ng Ying Kuen), simile alla Fu Hok ma con l'aggiunta delle tecniche del serpente e del leopardo. Si dedicò per tutta la vita al kung fu e alla medicina cinese ed ebbe molti allievi tra cui Lam Sai Wing e Tang Fong.


Lam Sai Wing (1860-1943)
Maestro di porta di questo secolo, durante la sua anzianità egli ebbe una profonda ispirazione che lo portò a riesaminare tutto il repertorio dello stile apportandovi numerose modifiche ed eliminando tutto ciò che era “inadatto” ai tempi moderni, questa è stata probabilmente la causa che ha originato numerose differenze tecniche tra le varie scuole di Hung Gar. Sai Wing ha reso il kung fu accessibile a tutti, aprendo le porte dell'insegnamento mentre, come sappiamo, per generazioni si era trasmesso solo all'interno dello stesso nucleo familiare. Per facilitarne la diffusione pubblicò anche tre volumi sull'Hung Gar (1917), ciò testimoniava la grande apertura mentale del maestro in accordo con i tempi e la società in fase di cambiamento.


Chan Hon Chung (1909-1991)
A 19 anni, si recò a Hong Kong, dove entrò a far parte della Società d'arti marziali di Lam Sai Wing diventando uno dei suoi allievi migliori. Nel 1936 si recò a Canton per affari, ai tempi delle aggressioni giapponesi la Cina si preparava per la guerra e a ChanHon Chun fu chiesto di allenare le nuove compagnie di spadaccini. Nel 1938 tornò a Hong Kong dove istituì l'Hong Chung Gimnasium e praticò tutta la vita il Dit Ta (la medicina cinese). Nel 1970 fondò l'Hong Kong Chinese Martial Art Association tutt'oggi esistente e alla quale aderiscono molti maestri di grande fama. Nel 1973 fu premiato dalla regina Elisabetta II con una medaglia al merito per i suoi contributi sociali. Morì nel 1991.

Armi

  • Bastone due teste (Seung Tou Guan)
  • Bastone della famiglia Lau (Lau gar Guan)
  • Doppi coltelli a farfalla (Seung Wu dip Dou)
  • Grande palo (Tai Guan /Pa Qua Guan)
  • Spada curva (Daan Dou)
  • Lancia (Ying Cheong)
  • Forcone (Tai Pa)
  • Spada dritta (Kim)
  • Alabarda (Kwan Dou)
  • Panca (Kiu Dung)
Queste sono le armi principali adottate dallo stile Hung Gar. Secondo la tradizione cinese possono essere divise in armi Yin e Yang. Le prime sono considerate armi femminili, veloci, leggere e precise, come la spada dritta; le altre invece sono maschili, più lente, forti e potenti, come l'alabarda. Può essere fatta inoltre un'altra distinzione: armi proprie ed armi improprie. Le prime nascono con lo specifico intento di essere utilizzate quali armi; le seconde invece, in origine non lo erano, ma invece strumenti di lavoro, spesso di origine rurale (come il bastone a due teste o il forcone) o a volte provenienti da altri mestieri (come i coltelli a farfalla, strumenti da lavoro di macelleria). Questa tipologia di armi perciò entrò solo successivamente a far parte della tradizione marziale, quando lo stile cominciò a diffondersi e ad essere praticato dalla popolazione.



Forme principali

  • Moi Fa Kuen ( Pugno del fiore di prugno)
  • Lau Gar Kuen (Pugno della famiglia Lau)
  • Gong Ji Fook Fu Kuen ( ideogramma della forza, sottomettere la tigre)
  • Wu Dip Jeung (Forma dei palmi a farfalla)
  • Fu Hok Seung Ying Kuen (Doppia forma della tigre e della gru)
  • Ng Ying Kuen (forma dei cinque animali)
  • Sup Ying Kuen (Pugno delle dieci vie o dei dieci modelli (5 animali - 5 elementi))
  • Tid Sin Kuen (Pugno del filo di ferro)
  • Sap Juet Sao ("10 palmi che uccidono")
  • Loon Kow Tit Kiu Kune ("Ponte dei 9 draghi")